- Centro di Ricerca Foreste e Legno   
Strada per Frassineto 35 Casale Monferrato (AL)  
Switch to English version 
Sei qui: Home->Attività->Economia e statistica Posta  
Economia e statistica

Attività in breve...

  • Si sviluppano studi a carattere economico inerenti alla valutazione della redditività dell’arboricoltura da legno, della pioppicoltura in particolare, in relazione ai modelli colturali adottati e rispetto alle colture agrarie alternative.
  • Dall’aggiornamento delle statistiche pioppicole, dei prezzi di mercato, dei costi di produzione, delle importazioni ed esportazioni di legno grezzo e semilavorati, si ottengono significative indicazioni per gli operatori del settore produttivo primario.
  • Si effettuano analisi sui fabbisogni e sulle disponibilità del legno da lavoro e per altri impieghi. Le analisi e valutazioni degli effetti delle politiche agricole, forestali, territoriali ed energetiche sul settore dell’arboricoltura da legno, in particolare su quello pioppicolo, permettono di elaborare strategie per sostenere e incrementare le produzioni legnose.
  • Significativa attenzione è dedicata al monitoraggio e alle valutazioni delle produzioni legnose dalle piantagioni fuori foresta, mediante sviluppo e applicazione di nuove tecniche inventariali e telerilevamento.


La pioppicoltura in Italia rappresenta attualmente l’unica forma di arboricoltura da legno di rilevanza industriale. Questa coltivazione si integra positivamente negli ordinamenti produttivi delle aziende agricole in quanto permette la consociazione e la rotazione con le colture agrarie e l’ottimizzazione dell’impiego dei fattori di produzione. Le statistiche ufficiali più recenti a livello nazionale (INFC, 2007) riportano 122.252 ettari di superficie interessata dalle piantagioni di arboricoltura da legno, 66.269 dei quali sono occupati dai pioppeti. La pioppicoltura ha subito nel corso degli ultimi decenni una forte riduzione, ma nel “sistema legno” nazionale rappresenta ancora la principale fonte di approvvigionamento per le industrie del legno di prima trasformazione e fornisce quasi il 50% del legname da lavoro di origine interna. I pioppicoltori spesso non sono in grado di seguire la dinamicità del settore industriale dal quale dipendono e si trovano svantaggiati e condizionati dall’andamento del mercato o da imposizioni normative che non favoriscono lo sviluppo della coltivazione. Il CRA-PLF, che da tempo studia l’evoluzione di questo complesso sistema, prevede di approfondire ulteriormente tali problematiche, al fine di offrire una visione organica e più approfondita delle ricorrenti crisi che colpiscono il settore e di sostenere il suo sviluppo con studi e ricerche mirate.

Obiettivi e linee programmatiche generali
L’Istituto ha inserito fra i propri programmi di ricerca progetti finalizzati ad analizzare l’evoluzione del comparto agricolo e di quello industriale e a seguire l’andamento della ‘filiera pioppo’ nel suo complesso. La conoscenza delle variazioni della coltura, sia in termini di superficie coltivata sia di disponibilità di produzione legnosa, è certamente utile ai pioppicoltori che devono orientare gli indirizzi produttivi, agli industriali che devono programmare i loro approvvigionamenti ma anche alla Pubblica Amministrazione che ha la possibilità di intervenire nella pianificazione territoriale. Per questo è necessario disporre di strumenti rapidi ed efficaci per valutare la redditività degli investimenti pioppicoli che comportano un rilevante immobilizzo di capitali e rischio per i pioppicoltori. L’imprenditore agricolo deve essere messo nelle condizioni di scegliere conoscendo tutte le opportunità e i costi che l’investimento pioppicolo comporta. Fondamentale risulta la conoscenza del mercato, degli impieghi e dei fabbisogni industriali di legno e delle nuove opportunità che si prospettano per l'agricoltura nella produzione di legno (pioppicoltura sostenibile e certificazione forestale, produzione di biomasse per energia).


Scarica scheda


Download datasheet







 
Personale Progetti IN CORSO () e conclusi ()
Ricercatori
Coaloa Domenico

SUSCACE
Aspetti tecnici, economici ed ambientali delle piantagioni per la produzione di biomassa legnosa
ARBOLEPI
 Indagine del mercato dell’arboricoltura da legno per creare una banca dati georeferenziata dei nuclei e genotipi spontanei di Populus nigra e Populus alba in Piemonte. (3° annualità del Progetto finanziato da Regione Piemonte)
BIOFIL-Db
Studio, sperimentazione e analisi di fattibilità di una filiera per la produzione di energia da coltivazioni arboree governate a ciclo breve e brevissimo in terreni agricoli. (progetto finanziato dalla Regione Piemonte)
CERFORPI
Indagine di mercato sui prodotti della pioppicoltura e sulla introduzione della certificazione di gestione sostenibile della pioppicoltura. (Progetto finanziato da Regione Piemonte) 
CONSUCOMP
Il consumo di legname di pioppo nelle industrie dei compensati in Italia
FORFAR
Formazioni di specie forestali in ambiente rurale (FAR): conservazione delle risorse e valorizzazione delle funzioni
INCOP
Inventario continuo della pioppicoltura
INFILA
Inventario dei filari delle piante da legno
PIOPPECO

Rilevamenti economici e statistici sulla filiera pioppo


POPMOD
Modello bioeconomico per il pioppo
RI.SELV.ITALIA Sub task 4.1.3
Monitoraggio dell’arboricoltura da legno in pianura e collina.
Area 4 ‘Monitoraggio e gestione delle risorse forestali’

Attività collaterali

Partecipazione con propri rappresentanti ai Comitati Regionali per il Pioppo nelle Regioni in cui sono costituiti
Aggiornamento delle banche dati relative ai prezzi del legno di pioppo, costi colturali, aspetti legislativi, importazioni di legno di pioppo, produzioni vivaistiche certificate e indici della produzione industriale